• Nello stand della società i set verticali dedicati a aerofotogrammetria e mapping, protezione civile e agricoltura di precisione
  • Da Skyrobotic una proposta di partnership tecnologica rivolta ai player dei servizi civili e commerciali, attraverso un approccio collaborativo e di condivisione degli obiettivi strategici
  • In anteprima le applicazioni che rappresentano la nuova frontiera nel campo della geomatica, che consentono di velocizzare drasticamente le tempistiche di acquisizione e misurazione per la produzione di mappe topografiche
  • In mostra il drone SF6 integrato con la tecnologia RTK, in grado di generare un nuovo standard qualitativo ed operativo nelle mappe prodotte
  • Skyrobotic entra in Assorpas e in Umbria Aerospace, il Polo aerospaziale dell’Umbria, con il quale parteciperà al Paris Air Show di Le Bourget dal 15 al 21 giugno prossimi

Skyrobotic, società attiva nello sviluppo, progettazione, produzione in serie e commercializzazione di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR) nelle classi mini e micro per usi civili e commerciali, parte del gruppo Italeaf, parteciperà dal 29 al 31 maggio prossimi al Roma Drone Expo&Show all’Aeroporto dell’Urbe, di cui è sponsor e partner.

In occasione dell’evento, Skyrobotic presenterà il suo nuovo posizionamento strategico, derivante dal salto di qualità nella fase di sviluppo della società impresso dalla recente crescita nella capitalizzazione e dall’apertura del nuovo centro di produzione e ricerca e sviluppo avviato in Umbria, che rappresenta la più importante infrastruttura italiana nell’industria manifatturiera di apparati a pilotaggio remoto nelle classi mini e micro.

Siamo in grado di annunciare l’avvio del nostro nuovo centro produttivo per una superficie complessiva di circa 1.200 mq, che costituisce il più grande centro Italiano per lo sviluppo e produzione industriale di droni civili e commerciali – afferma Federico Zacaglioni, CEO di Skyrobotic Spa -. Si tratta di una facilities attiva in Umbria, nel parco eco-industriale del Gruppo Italeaf, in una zona fortemente infrastrutturata e prossima alle grandi direttrici di collegamento dell’Italia centrale, che può conferire un’importante accelerazione produttiva all’azienda. A fronte di questa importante novità, Skyrobotic sta perseguendo un posizionamento strategico in direzione delle applicazioni professionali e verticali dei droni, proponendosi come il partner tecnologico di riferimento per i professionisti che vogliono cogliere le opportunità di efficienza e competitività, operative ed economiche, garantite dal lavoro aereo attraverso i droni. Grazie alla piattaforma SR-SF6, già adottata da clienti di elevatissimo standing come Selex-ES, Protezione Civile, Aerodron e da decine di professionisti della fotogrammetria e dell’agricoltura di precisione, presenteremo al mercato i nostri set “chiavi in mano” dedicati alla topografia, al disaster management e alla precision farming. Inoltre, annunciamo di essere aperti a discutere con player che vogliano conseguire una leadership nei rispettivi settori di riferimento dei servizi e della cosiddetta “droneconomics” l’individuazione di soluzioni di partnership tecnologica, attraverso un approccio collaborativo e di condivisione degli obiettivi strategici”.

Quattro i campi applicativi scelti da Skyrobotic per le proprie proposte commerciali:

  • Aerofotogrammetria: Set dedicati all’integrazione di una nuova tecnologia, come quella dei sistemi aerei a pilotaggio remoto, con strumentazioni, procedure ed esperienza tipiche del settore della geomatica con evidenza dei guadagni potenziali e delle convenienze per gli operatori del settore (topografi, studi di ingegneria, geologi, ecc.).

In questo settore Skyrobotic presenta l’integrazione sul proprio drone della tecnologia RTK, in grado di generare un nuovo standard qualitativo ed operativo nelle mappe prodotte. SR-SF6 è il primo drone a fornire un servizio basato su di una piattaforma prodotta dalla Topcon, che garantisce al mezzo capacità di georeferenziazione uniche al mondo. Si tratta, in concreto, del primo multirotore capace di individuare la sua dislocazione geografica con un’accuratezza inferiore ai 3 centimetri.

  • Agricoltura di precisione: Set dedicato al precision farming, mirato all’esecuzione di interventi agronomici in modo selettivo nelle varie aree di un campo in base alle effettive esigenze colturali e alle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo. Diverse tecnologie vengono utilizzate per monitorare queste diversità intra-campo.
  • Protezione Civile: Set multiruolo dedicato ai Dipartimenti nazionali e regionali di Protezione Civile per attività che variano dal disaster management alla situational awareness. Skyrobotic po’ mettere a disposizione del settore flotte robotiche già sperimentate con successo dalla Protezione Civile dell’Umbria (la prima in Italia certificata come operatore ENAC) per la salvaguardia del territorio.
  • Piattaforma Multisensore: E’ la soluzione “aperta”, destinata a una clientela che possa utilizzare l’APR SR-SF6 per diverse applicazioni, semplicemente “switchando” molteplici sensori intercambiabili, grazie all’architettura plug&play del sistema (RGB hd, flir, multispettrali, micro lidar etc.) che consente all’operatore di affrontare con successo ogni applicazione.

Skyrobotic, infine, annuncia di aver aderito ad Assorpas, l’associazione italiana che aggrega le imprese operanti nel settore dei sistemi aerei a pilotaggio remoto (micro e mini droni) e di essere stata ammessa in Umbria Aerospace, il Polo Aerospaziale dell’Umbria, l’associazione che abbraccia le imprese del territorio umbro operanti nei settori dell’aerospazio e della difesa con il quale parteciperà dal 15 al 21 giugno prossimi al Paris Air Show, Salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget per avviare il proprio processo di internazionalizzazione.

Share